Fatturazione Elettronica

Da gennaio 2019 diventa obbligatoria la fatturazione elettronica anche tra privati. 

Che cos'è la Fattura Elettronica?

Possiamo semplificare dicendo che si tratta di un file digitale in formato XML che di fatto sostituisce il documento cartaceo. La caratteristica principale di questo file è la certificazione, che ne garantisce l'origine e l'integrità per i 10 anni del periodo di conservazione previsto dalla legge.

Gli scopi principali sono colpire l'evasione fiscale e semplificare la parte burocratica legata ai controlli e alle dichiarazioni fiscali. In pratica due facce della stessa medaglia.

Con la Fatturazione Elettronica sarà infatti praticamente impossibile fare o ricevere fatture false, cambiare gli importi o 'smarrire' i documenti.
Dal 2019 di conseguenza diventerà inutile lo Spesometro e a regime anche le liquidazioni iva diventeranno automatiche.

 

Come funziona?

L'invio e la ricezione delle fatture elettroniche passa attraverso un sistema statale denominato SDI (Sistema Di Interscambio) che permette la firma digitale del documento e quindi la certificazione. 

I soggetti di minori dimensioni e i forfettari sono esonerati dalla fatturazione elettronica attiva, ma dovranno comunque gestire quella passiva (in ricezione).

La fattura elettronica dovrà essere comunque emessa anche in assenza di partita iva e sarà inviata allo Stato con un codice particolare e con l'indicazione del codice fiscale del destinatario. In questo caso la fattura andrà consegnata anche in formato cartaceo al proprio cliente.

Gli obblighi connessi alla Fattura Elettronica sono la creazione del file, l'invio e la conservazione digitale dello stesso per 10 anni. 

 

 

Come essere in regola?

Di fatto da Gennaio 2019 tutti i software che prevedono le attività di fatturazione, se non saranno stati aggiornati, diventeranno obsoleti.

Tutte le classiche funzioni che ruotano attorno a un software di contabilità o gestionale rimarranno naturalmente invariate e indispensabili, ma diventerà fondamentale che il programma sia in grado di generare il file in formato XML e di gestirne l'invio al sistema SDI.

Pensare infatti di gestire manualmente questa attività, senza poter accedere alle anagrafiche registrate sul proprio gestionale e a tutte le operazioni che si attivano quando si emette una fattura è praticamente impossibile.

I software gestionali dovranno inoltre consentire l'inoltro e la conservazione in digitale di qualunque tipo di documento sia nel ciclo attivo (emissione) che in quello passivo (ricezione).

 

Le soluzioni Elisystem

Elisystem offre diverse soluzioni per essere in regola con la Fatturazione Elettronica, in base alle esigenze del cliente, sempre personalizzate e con l'Assistenza passo-passo di tecnici esperti.

 

Invio e conservazione digitale

E' la soluzione per chi vuole mantenere il proprio software di fatturazione, purché sia in grado di generare il file XML della Fattura, e desidera solo avere un sistema per inviare il file al Sistema Di Interscambio e conservarlo a norma di legge. Questa opzione va bene per chi usa un software in grado di generare il file XML (come Danea Easyfatt o Finson Soluzione Fattura).

 

Fatture dal Web

E' la soluzione per chi emette poche fatture, e vuole una soluzione che, senza acquistare nuovi gestionali, gli consenta di creare rapidamente online fatture elettroniche, inviarle al Sistema di Interscambio e conservarle.

 

Gestionali All-In-One

E' la soluzione più completa: un gestionale dal quale si crea la fattura, si invia al Sistema d'Interscambio e si conserva a norma senza dover uscire dal programma. Allo stesso modo il software gestisce le fatture passive, importandole direttamente dal Sistema d'Interscambio al gestionale. I gestionali disponibili sono sia con solo il modulo fatturazione che con i vari moduli di contabilità semplificata, ordinaria, magazzino, bilancio, CRM etc.

 

Area di Competenza

I servizi ed i prodotti per la Fatturazione Elettronica sono disponibili in Toscana nelle Province di Pistoia, Prato e Firenze, ed in particolare nei seguenti comuni:

  • Provincia di Pistoia: Pistoia, Serravalle Pistoiese, Quarrata, Montale, Agliana, Pieve a Nievole, Montecatini, Lamporecchio, Larciano, Monsummano.
  • Provincia di Prato: Prato, Carmignano, Poggio a Caiano, Montemurlo.
  • Provincia di Firenze: Firenze, Sesto Fiorentino, Campi Bisenzio, Empoli, Vinci, Signa, Lastra a Signa, Calenzano.

 

 

Questo sito usa i cookie e tecnologie simili. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.